Site Overlay

Giappone: Memorie di un impero segreto . Timeline-1500s | PBS

1500-1599
1543—La nascita di Tokugawa Ieyasu
Figlio di un signore della guerra minore dei daimyo, Tokugawa Ieyasu salì gradualmente alla ribalta dopo aver stabilito alleanze strategiche con potenti leader come Oda Nobunaga e Toyotomi Hideyoshi. Nel 1600, emerse come il più potente signore della guerra in Giappone dopo la battaglia di Sekigahara. Insignito del titolo di Shogun, stabilì il suo governo a Edo (ora Tokyo) e fondò lo Shogunato, che governò il Giappone per oltre 260 anni.
1543-I portoghesi arrivano in Giappone
Saltati fuori rotta durante una tempesta, i commercianti portoghesi naufragarono vicino all’isola di Tangeshima, al largo della costa meridionale del Giappone. Incuriosito dalle armi da fuoco portoghesi, il signore della guerra daimyo locale comprò due pistole dai marinai europei e commissionò al suo spadaio di fare copie. Il daimyo chiese poi ai portoghesi lezioni di tiro.
1549—I missionari gesuiti si stabiliscono in Giappone
Desiderosi di più armi da fuoco, i signori della guerra giapponesi accolsero con favore il commercio con i portoghesi. Insieme al commercio, i portoghesi portarono missionari cristiani e, nel 1549, Francesco Saverio stabilì la prima missione del Giappone a Kagoshima. Il missionario gesuita Luis Frois arrivò più tardi e scrisse Historia de Japan, che copriva gli anni 1549-1593. Il libro ha fornito la maggior parte delle informazioni conosciute sul Giappone contemporaneo in quel momento.
1561—Ieyasu diventa alleato con Oda Nobunaga
Ieyasu unì le forze con l’impavido signore della guerra Oda Nobunaga e iniziò ad espandere i suoi possedimenti territoriali. Un matrimonio è stato organizzato tra il figlio maggiore di Ieyasu e la figlia di Nobunaga per rafforzare la loro alleanza. Ma nel 1579, il figlio di Ieyasu fu scoperto complottando contro Nobunaga. Per dimostrare la sua lealtà a Nobunaga, Ieyasu costrinse il suo amato figlio a suicidarsi.
1568—Oda Nobunaga tenta di unificare il Giappone
Oda Nobunaga fu il primo a tentare l’unificazione del Giappone. Noto per il suo uso spietato del potere, la sua visione era di portare tutto il Giappone “sotto una sola spada”. Il passo più significativo di Nobunaga verso l’unificazione del paese fu la distruzione del monastero buddista di Mt. Hiei, i cui monaci guerrieri avevano svolto un ruolo significativo nel corso politico e militare del Giappone. Nobunaga li vedeva come una minaccia per la futura stabilità del Giappone. Dopo aver distrutto il Monte. Monastero di Hiei, ha dato la caccia e massacrato i monaci Hiei in fuga, indipendentemente dalla loro innocenza o età.
1575—Battaglia di Nagashino
Oda Nobunaga si affrettò ad abbracciare le innovazioni occidentali, in particolare le armi da fuoco. Nella battaglia di Nagashino, istituì nuove tattiche offensive e difensive con le pistole che cambiarono per sempre la guerra giapponese. Grande stratega militare, costruì massicci forti in pietra che avrebbero resistito alle nuove armi da fuoco e rafforzò le sue navi da guerra con rivestimenti in ferro. Istituì anche una classe guerriera specializzata, nominando i suoi servitori in posizioni basate sull’abilità piuttosto che sulla connessione familiare.
1577-Joao Rodrigues arriva in Giappone
Nato in Portogallo nel 1561, Joao Rodrigues era un ragazzo di cabina su una nave portoghese e arrivò in Giappone all’età di 15 anni. Divenne missionario gesuita nel 1577. In possesso di un orecchio per la lingua, Rodgrigues è stato presto in grado di parlare correntemente giapponese, che ha guadagnato il soprannome, “l’interprete.”Ha servito in quel ruolo sia per Toyotomi Hideyoshi che per Tokugawa Ieyasu. Vivendo in Giappone per 33 anni, scrisse un libro considerato una delle principali cronache storiche del Giappone dell’epoca, Historia da Igreja do Japao (“Questa terra del Giappone”). Scrisse anche un libro sulla grammatica giapponese che aiutò altri missionari a padroneggiare la difficile lingua giapponese.
1582-Nobunaga assassinato
Oda Nobunaga è stato infine attaccato da un generale scontento dalla sua cerchia ristretta, anche se non si sa se Nobunaga è stato assassinato o si è suicidato. Il missionario gesuita Joao Rodrigues scrisse: “Alcuni dicono che si tagliò la pancia, mentre altri credono che abbia dato fuoco al palazzo e sia morto tra le fiamme.”Toyotomi Hideyoshi, uno dei fidati aiutanti di Nobunaga, vendicò rapidamente il sospetto omicidio, presentando la testa del traditore nella tomba di Nobunaga. Hideyoshi presto emerse come il prossimo leader militare al potere del Giappone.
1584-Toyotomi Hideyoshi diventa Comandante supremo
La risposta di Hideyoshi all’assassinio di Nobunaga gli diede un posto di particolare importanza e assunse rapidamente il ruolo di sovrano del Giappone. Lui e Tokugawa divennero alleati a disagio. Nato da contadini, poco si sa della vita di Hideyoshi prima del 1570. Corto e sottilmente proporzionato, ha tagliato una figura strana; il tatto Nobunaga aveva fatto riferimento a lui come Saru (scimmia) e il “ratto calvo”. Tuttavia, usando astuzia e manipolazione, si alzò tra i ranghi. Famoso per la sua estetica non sofisticata e sgargiante, Hideyoshi costruì una sala da tè dorata nel suo castello di Osaka.
1587—Contadini giapponesi disarmati
Nella “Caccia alla spada” del 1593, Toyotomi Hideyoshi proibì alla classe contadina di possedere armi tra cui spade, pistole e coltelli. Sperava di prevenire le rivolte e di distinguere le classi del Giappone con solo i samurai autorizzati a portare due spade.
1587—Inizia la persecuzione cristiana
Poiché apprezzava il commercio con i mercanti europei, Hideyoshi inizialmente accolse i missionari cristiani. Nel 1587, si era preoccupato che la crescente influenza del cristianesimo avrebbe minacciato il suo controllo del Giappone. Emise quindi un editto che vietava il cristianesimo ed espelleva i missionari. Tuttavia, l’editto fu inefficace e i francescani continuarono ad entrare nel paese. I gesuiti rimasero attivi nel Giappone occidentale.
1590—Ieyasu sposta il Quartier generale a Edo
Dopo alcune schermaglie, Hideyoshi e Ieyasu formarono una difficile alleanza. Hideyoshi ricompensò Ieyasu con otto province situate nella pianura del Kanto e gli ordinò di spostare il suo quartier generale a Edo, una città paludosa e arretrata lontana dal centro della politica giapponese. Ieyasu si sentì in dovere di accettare l’accordo e i due generali urinarono insieme per sigillare l’accordo.
1597-Hideyoshi esegue 26 cristiani
Nel 1597, Hideyoshi intensificò la persecuzione dei cristiani in Giappone. Come avvertimento, fece arrestare 24 cristiani a Kyoto, tra cui 19 giapponesi e due ragazzini. Le orecchie sinistre dei prigionieri sono state tagliate e sono state sfilate per le strade di Kyoto e la campagna circostante mentre gli spettatori li schernivano e torturavano. Arrivati a Nagasaki, tutti i 24 prigionieri, più due gesuiti venuti a difenderli, furono incatenati a croci e crocifissi. Pugnalato con lance e lasciato impiccare per 80 giorni, nessuno dei cristiani catturati ritrattò o denunciò la loro fede. Appreso della loro morte due anni dopo, Papa Pio IX li dichiarò martiri. Hideyoshi involontariamente ispirato cristiani in tutto il Giappone; furono reclutati nuovi convertiti e Nagasaki divenne il centro dell’attività cristiana.
1598-Hideyoshi muore
Sul letto di morte, Hideyoshi chiese a Ieyasu di servire come uno dei cinque reggenti designati a governare il Giappone fino a quando l’amato figlio di Hideyoshi, Hideyori, non raggiunse la maggiore età. Un anno dopo, Ieyasu si trasferì nel Castello di Osaka, la roccaforte di Hideyori, una mossa che inimicò i suoi compagni reggenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.