Site Overlay

Studente universitario infelice: 5 modi in cui i genitori possono aiutare

Con accesso 24 ore, i genitori sono in grado di parlare costantemente con i loro studenti universitari. Questo potrebbe non essere sempre una buona cosa quando il loro adolescente è infelice.

Uno studente universitario infelice potrebbe essere un problema minore, ma uno studente universitario davvero infelice può portare ad alcuni seri problemi per il tuo bambino e per il loro futuro. Navigare su questo terreno teso può essere molto difficile per i genitori. La domanda più comune che sento dai genitori è: “Come posso aiutare mio figlio? Lui (o lei) è infelice e voglio davvero aiutare.”Come psicologo e life coach capisco che i genitori spesso non sanno cosa fare. Ecco alcuni suggerimenti che hanno avuto successo.

 Come aiutare uno studente di college infelice

Come aiutare uno studente di college infelice

5 Modi in cui i genitori possono aiutare il loro infelice studente di college

1) Prendi le lamentele dei tuoi adolescenti con la consapevolezza che potrebbero scaricarti e staranno bene in pochi minuti.

I ragazzi del college tendono a chiamare casa quando sono stressati e / o stanchi e quindi si ottiene il peggio di loro. Non ti chiameranno quando si divertono. Inoltre, perché sono in grado di effettuare il check-in così facilmente si può sentire da loro più di una volta alla settimana o anche una volta al giorno.

Se avessi parlato con i miei genitori ogni giorno, avrebbero potuto pensare che la mia esperienza universitaria fosse negativa poiché, in un dato momento, ero infelice. Era troppo caldo nel campus, troppo freddo, troppo duro, i miei amici erano cattivi, il cibo era cattivo, ecc. I miei genitori non sentivano questi piccoli momenti di infelicità perché non parlavo con loro così spesso.

2) Chiedi al tuo studente se ha bisogno di te per ascoltare o per aiutarli a risolvere un problema.

C’è una grande differenza. Spesso i genitori commettono l’errore di saltare e cercare di risolvere il problema. Quando lo fai, potresti dare al tuo adolescente l’impressione che non pensi di poter gestire la situazione a portata di mano. Quando si chiede loro se vogliono che tu ascolti o per aiutare dà loro il messaggio che siete lì per sostenere e non per risolvere. Inoltre, i bambini diranno quasi sempre: “Ho solo bisogno che tu ascolti.”E una volta che lo tolgono dal petto, stanno bene. Quando irrompo con l’assistenza prima di lasciare che i miei figli parlino, diventano molto frustrati con me. Non posso biasimarli; spesso voglio la stessa cosa da mio marito o amici.

3) Se tuo figlio ha solo bisogno che tu ascolti, allora ascolta in questo modo.

In primo luogo, riconoscere quello che stanno dicendo. Ad esempio diresti: “Mi sembra che tu sia davvero turbato dal tuo grado di matematica e ti senti insicuro sulla tua capacità di aumentare il tuo grado. E ‘ vero?”Lascia che tuo figlio risponda e chiarisca i loro sentimenti mentre ascolti completamente.

In secondo luogo, convalida i loro sentimenti anche se non sei d’accordo con la loro reazione. Quindi potresti dire: “Chi potrebbe biasimarti per essere arrabbiato? Chiunque nella tua posizione potrebbe pensarla cosi’.”Facendo questo state ascoltando e non giudicando i sentimenti di vostro figlio. Stai dando loro sostegno senza giudizio. Chi non lo vorrebbe?

Fidati di me, lo uso con tutti e tre i miei figli ed è magico! La maggior parte di noi vuole essere ascoltata e compresa e quando lo fai per tuo figlio dà loro la forza e la fiducia per andare avanti con sfide e frustrazioni.

4) D’altra parte se il bambino dice che hanno bisogno del vostro aiuto, fare attenzione a muoversi lentamente e senza prendere in consegna.

Non fare nulla per il tuo adolescente che possono fare da soli. Offri invece opzioni o suggerimenti e poi lascia che il tuo studente segua da solo. Chiedi loro domande aperte e curiose sulle possibili soluzioni. La maggior parte di noi ha la tendenza a dire: “Ecco cosa devi fare.”Ma questo potrebbe non essere così utile per il tuo studente e spesso si sentono frustrati quando lo facciamo. Gli studenti universitari devono essere in grado di gestire la stragrande maggioranza dei problemi che vengono loro modo. I genitori dovrebbero semplicemente essere supporto e guida in questa fase del gioco a meno che non si tratti di una vera emergenza.

5) Infine, controlla le tue reazioni all’infelicità del tuo bambino.

Non è necessario possedere i loro sentimenti. So quanto sia difficile questo perché quando i nostri figli fanno male, facciamo male. Tuttavia, se si prende sui loro sentimenti non sarà in grado di sostenerli al meglio delle vostre capacità. Abbi fede che tutto funzionerà (non è sempre?) e sostenere il vostro teen con compassione e amore, ma non la proprietà. La tua capacità di non reagire in modo eccessivo li aiuterà quando stanno lottando. Inoltre, se ti arrabbi troppo, ti preoccuperà ancora di più il tuo bambino. Quello di cui hanno bisogno da te è una voce calma e solidale per guidarli attraverso le loro preoccupazioni.

Dico spesso ai miei figli: “Ho fiducia in voi che lo capirete. Come posso sostenerti?”Spesso, questo è tutto ciò di cui hanno veramente bisogno da me: supporto e amore. Gli studenti universitari infelici non sono un fenomeno nuovo, ma sembra essere uno che i genitori sono più coinvolti in. Alcune risposte attentamente pianificate possono aiutare il tuo adolescente a risolvere i propri problemi e ad essere più felice a lungo termine. La ciliegina sulla torta è che sarete più felici pure.

Lisa Kaplin

Lisa Kaplin

Lisa Kaplin è una psicologa e life coach di Smart Women Inspired Lives e madre di tre figli. Lei è un oratore professionale riconosciuto a livello nazionale su argomenti come la gestione dello stress, genitorialità, comunicazione sana, benessere, e la leadership delle donne. Lei è anche un blogger ed è stato descritto su Yahoo, Thought Catalog, MSN, Lifetime Moms, Your Tango, e Psychology Today. Lei può essere raggiunto a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.